1814: Reggio Emilia intitola una via al “Giuoco del Pallone”

1814: Reggio Emilia intitola una via al “Giuoco del Pallone”

Tra i giovani reggiani il gioco della palla era in voga già nel 1493.

Inizialmente si giocava in Piazza Grande (oggi Camillo Prampolini), sede di diverse funzioni pubbliche; in seguito venne stabilito uno spazio apposito del quale fa cenno un documento del 1596, in cui si parla di una “strada che cammina al luogho del gioco del ballone”.

Questa strada lastricata di cotto, delimitata da piletti per impedire il transito ai veicoli e fiancheggiata da muretti sui quali sedeva il pubblico, diventò una via soltanto nel XVIII secolo. Nel 1814 prese il nome ufficiale di “via Giuoco Del Pallone” che conservò sino al 1872: in seguito la strada venne unita a via S. Caterina, che ne costituiva il prolungamento verso sud.

Nel 1914 proprio in via S. Caterina n.5 si stabilì la neonata seconda squadra cittadina: i nerostellati della Juventus FBC. Oggi quella strada del centro cittadino è intitolata a Don Zeffirino Iodi.